4 febbraio 2015

È stata la segnalazione di alcuni residenti della zona a far scattare l'allarme intorno alle 1:50 della notte di martedì 3 febbraio, a Caorso, dove nei pressi di un locale di via Roma sarebbe stata notata una maxi rissa in corso. Giunti sul posto, i carabinieri hanno potuto constatare che la situazione sembrava ormai calmata, e che un ragazzino di 17 anni di origini indiane era rimasto ferito al mento, con una prognosi che è risultata essere di 10 giorni. Dietro alle ferite, un litigio con la 29enne di origini romene gestore del locale, già nota alle forze dell'ordine: il ragazzo, infatti, avrebbe attirato su di sé l'ira della donna sbattendo la porta del bagno.
La donna avrebbe dunque minacciato il ragazzino con una katana che teneva nascosta all'interno del bar, per poi colpire il minorenne con un coccio di vetro, venuto forse da un oggetto rotto dal ragazzino stesso. La 29enne è stata denunciata per lesioni aggravate e porto di oggetti atti a offendere, e la katana è stata sequestrata.


Nessun commento:

Posta un commento

Print