15 dicembre 2014

In casa erano in cinque: tre donne e due clienti. La polizia di Città di Castello ha trovato questa situazione nella quarta casa di prostituzione scoperta nell’arco dell’ultimo anno. L’appartamento nel quartiere Casella adibito ad abitazione in via permanente, era utilizzato dall’affittuaria anche per ospitare altre due donne dedite alla prostituzione.
Poliziotti aggrediti L’affittuaria, risultata essere poi la tenutaria, ha letteralmente aggredito i poliziotti, causando nei confronti di uno di loro leggere escoriazioni al volto. Poi, forse nel tentativo di nascondere le prove dell’attività illecita, ha ingoiato una banconota da 50 euro. Gli agenti, in casa, hanno rinvenuto un ingente numero di profilattici e altro materiale del genere, oltre a 550 euro provento dello sfruttamento. In manette è finita C.C.V. 55enne di origini brasiliane, da tempo residente a Città di Castello, per favoreggiamento della prostituzione e resistenza a pubblico ufficiale. Le altre due donne, G.U.M. 48enne di origine dominicana, e O.E. 48enne originaria del Kirghizistan sono state denunciate in stato di libertà per adescamento a mezzo di strumento telematico.
http://www.umbria24.it/citta-di-castello-scoperta-casa-di-appuntamenti-arrestata-la-tenutaria-denunciate-2-ragazze/339625.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print