13 novembre 2014

«Papà mi violentò quando avevo 9 anni»: questa accusa mossa dalla figlia sedicenne stava trasformando la vita del padre, un operaio 40enne, in un incubo, ma ieri nel corso dell’incidente probatorio durante le indagini, l’uomo ne è uscito a testa alta. Nessuno stupro, solo un’infamante bugia: la ragazza ha ammesso davanti al giudice di essersi inventata tutto per poter sfuggire ai controlli della famiglia e poter andare a vivere da sola.
«Sì - ha detto la ragazza -. Lo stupro è una bugia. La famiglia era diventata una prigione dalla quale volevo uscire per andare in discoteca, stare con gli amici e divertirmi. E così mi sono inventata la violenza».
Fonte: http://www.gazzettino.it/NORDEST/TREVISO/figlia_s_amp_39_inventa_la_violenza_per_andar_via_di_casa_stupro/notizie/1009849.shtml


Nessun commento:

Posta un commento

Print