30 novembre 2014

Fatto del 30 novembre 2013

La donna doveva offrire una prestazione sessuale ad un 69enne. Ed invece nel bicchiere gli versa il sonnifero e poi gli ruba quasi 13mila euro e alcuni monili d'oro. Ora è in carcere a Pozzuoli...
Il 2 dicembre scorso, in Alvignano (CE), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni (CE), hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto d’iniziativa della cittadina rumena Dragne Ileana cl. 1971, senza fissa dimora, dedita all’attività di meretricio. La donna è ritenuta responsabile del reato di rapina in abitazione in concorso perpetrato nella notte del 30 novembre u.s., ai danni di un sessantanovenne, pensionato, di Maddaloni. Nella circostanza la malfattrice, recatasi presso l’appartamento dell’uomo al fine di offrire una prestazione sessuale dietro il pagamento della somma di 15 euro, riuscì a versare, all’interno del bicchiere della vittima, una sostanza narcotizzante del tipo benzodiazepine. Successivamente, approfittando dello stato confusionale del pensionato, causato proprio dall'assunzione della predetta sostanza, asportò la somma di 12.900 euro e vari monili in oro, dandosi subito dopo alla fuga. Le successive ed immediate indagini, condotte anche attraverso l’escussione di persone informate sui fatti e la visione dei sistemi di video-sorveglianza dei limitrofi esercizi commerciali, hanno portato, in maniera inequivocabile, all'identificazione della donna. Dragne Ileana, pertanto, è stata associata presso l’istituto di pena femminile di Pozzuoli (NA), su disposizione della competente Autorità Giudiziaria che, concordando con le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri, ha convalidato il fermo confermato la custodia cautelare in carcere.


Nessun commento:

Posta un commento

Print