3 giugno 2014

Ieri pomeriggio il centralino della questura reggiana ha ricevuto una telefonata: dall'altra parte della cornetta c'era un uomo che ha detto di trovarsi in piazzale Europa e di essere minacciato da una donna con un coltello in mano.
Arrivati sul posto, la vittima è stata identificata in un 37enne pakistano, il quale a sua volta ha indicato la persona che a suo dire l'aveva minacciato. Notata la presenza dei poliziotti, la donna ha provato la fuga ma è stata bloccata.
Dalla successiva ricostruzione è emerso che l'extracomunitario stava viaggiando su un pullman sulla linea Correggio-Reggio Emilia, quando è stato avvicinato dalla sconosciuta che ad alta voce ha iniziato a insultarlo fino al termine della corsa in piazzale Europa, dove la donna è uscita.
Sceso dopo di lei, l’uomo si sarebbe trovato davanti la sconosciuta che a questo punto oltre a continuare a offenderlo, lo ha minacciato di morte, mettendo mano alla borsetta ed estraendo un oggetto appuntito di piccole dimensioni che ha quindi puntato contro di lui. Temendo per la propria incolumità, l'uomo è salito sul pullman, chiedendo all'autista di chiudere le porte. Solo a questo punto la donna si sarebbe allontanata, con il 37enne che avrebbe chiamato la polizia.
La donna, palesemente ubriaca, è stata accompagnata in questura e identificata in una 47enne algerina con numerosi precedenti, oltre che clandestina con permesso di soggiorno scaduto addirittura nel 1999. Non possedeva alcun coltello, ma una piccola lima per unghie che ha consegnato spontaneamente alla polizia, che l'ha sequestrata.
La vittima ha riferito di non conoscerla, ma di averla denunciata due settimane fa dopo che l'aveva sorpresa a rubargli il portafoglio. F. B. è stata denunciata per ingiurie, minaccia aggravata e clandestinità.


Nessun commento:

Posta un commento

Print