1 giugno 2014

Potrebbe far parte della gang di giovani che negli ultimi giorni si è resa protagonista di numerosi episodi di violenza, la ragazza arrestata l’altro giorno dopo che ha aggredito i poliziotti e rifilato un doloroso morso al polso destro a un appuntato dei carabinieri (prognosi di cinque giorni).
Sembrava una furia, Isabella Ferrante, 19 anni, di Biella, mentre i poliziotti cercavano prima di riportarla alla ragione e in un secondo momento di convincerla a salire sulla volante.
Poco prima la stessa giovane, in compagnia di tre amici, aveva aggredito un uomo che non le aveva offerto una sigaretta come lei aveva preteso.
Quando a dare manforte ai colleghi della Questura sono arrivati i carabinieri, la ragazza ha aggredito anche loro, fino a prendere a morsi un appuntato.
L’arresto è stato subito convalidato. Il giudice ha concesso al difensore i termini a difesa e ha rinviato alla prossima settimana il processo per direttissima. Ha quindi concesso all’indagata i domiciliari.
I fatti sono avvenuti sabato poco dopo le 18 in via Friuli, al Villaggio La Marmora. Tutto è cominciato dalla richiesta di una sigaretta della ragazza a un passante di 41 anni. Il rifiuto dell’uomo ha scatenato le ire della giovane. A darle manforte sono arrivati altri tre ragazzi. Nel frattempo era stato già chiesto l’intervento della polizia. Ma invece di calmarsi alla vista delle divise, la giovane è montata su tutte le furie, guadagnandosi un arresto.
Proprio la presenza dei tre ragazzi e la descrizione della giovane arrestata, fanno nascere il dubbio che potrebbero essere proprio loro i componenti della gang che nei giorni scorsi ha rapinato un cellulare a un tredicenne, cercato di rubare un motorino dal garage della pizzeria Apicella dopo aver cenato a sbafo, aggredito lungo la strada altre persone. Un confronto tra le vittime della banda e la ragazza, potrebbe consentire di risolvere il caso.


Nessun commento:

Posta un commento

Print