10 maggio 2013

Viterbo - Lasciava biglietti sugli zerbini e rigava le auto dei vicini 

  Quei “pizzini” minatori ai condomini le costeranno 2200 euro tra multa, risarcimento e spese di parte civile. 

E’ finita male per la 62enne a giudizio per molestie e danneggiamenti. Ieri mattina, è arrivata la condanna dal tribunale di Viterbo.
Era diventata il terrore del suo condominio, un palazzo in via cava di Gorga, nel cuore di Pianoscarano. Graffi sulle carrozzerie delle macchine. Ma soprattutto bigliettini, lasciati sul parabrezza o sullo zerbino. Con minacce talmente atroci da risultare grottesche: “Vi faccio saltare per aria”, “Metto tuo figlio nel forno”, “Se tua figlia corre per le scale la sgozzo”. E alcune volte era passata alle vie di fatto, come quando ha buttato in un secchio la bicicletta di una bambina.
Un paio di vicine di casa l’hanno denunciata. Una, assistita dall’avvocato Virna Faccenda, si è costituita parte civile al processo.
La donna si diceva esasperata e impaurita. Soprattutto per la figlia, bersaglio preferito della sessantenne. Secondo l’ultima testimone, ascoltata ieri mattina al processo, la bambina era spesso preda degli accessi di rabbia della signora. “Si accaniva in particolare su madre e figlia – ha spiegato la testimone -. Dava della “poco di buono” a entrambe. Persino alla bambina, che all’epoca, aveva nove anni. Spesso la rimproverava. Oppure criticava la madre per come la educava, per come la vestiva. Qualsiasi pretesto era buono per lamentarsi. E in genere lo faceva con me”.
Eppure, non ha risparmiato nemmeno la sua confidente. “Anche a me è arrivato un biglietto – racconta la testimone -. Non c’era una minaccia. Solo un insulto. Non mi ha fatto né caldo e né freddo. Sapevo che gli altri miei vicini ricevevano di peggio”. 
Il suo avvocato Roberto Rossi ha provato a strappare un’assoluzione: “La donna non è mai stata vista rigare le auto o lasciare i biglietti”. Ma la perizia grafica non ha lasciato spazio a dubbi: i pizzini sono stati scritti tutti dalla stessa mano ed è quella della 60enne.
Il giudice Eugenio Turco l’ha condannata a 200 euro di multa. Ma la signora dovrà pagare anche 500 euro di provvisionale e 1500 per le spese di costituzione di parte civile. 

Fonte: http://www.tusciaweb.eu/2013/05/pizzini-minatori-ai-condomini-sessantenne-condannata/



Nessun commento:

Posta un commento

Print