7 maggio 2013

Altro che il classico «Ti aspetto fuori» sibilato al compagno di classe con aria minacciosa dal bullo di turno. Oggi si usa Facebook anche per queste faccende. E questa volta non ci sono bulletti, ma bullette, che avrebbero usato il Social Network per insultare una coetanea, dandole poi appuntamento in strada. Motivo del contendere, probabilmente, una forte simpatia per un ragazzino. L’episodio è accaduto a Sesto San Giovanni qualche giorno fa, protagoniste quattro adolescenti di 13 anni, tre italiane e una di origine ecuadoriana.
Ad avere la peggio è stata la straniera: prima maltrattata su Facebook e poi affrontata in una via della città, dopo la scuola. Pugni e schiaffi da parte delle tre ragazzine. L’aggressione, però, non è passata inosservata. Qualcuno ha chiamato la polizia. Sul posto è intervenuta una volante del commissariato di Sesto San Giovanni che ha posto fine alle botte. Ha portato le ragazzine in commissariato e convocato i genitori.
Qui è saltato fuori che la litigata sarebbe nata prima virtualmente sul celebre Social, trasformandosi poi in una vicenda dolorosamente reale. Per la vittima qualche ecchimosi e livido in faccia. Per le aggressive studentesse, una denuncia al tribunale dei minori. Che però non potrà procedere, essendo le protagoniste minori di 14 anni.
Fonte:http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/13_maggio_7/tredicenni-rivali-facebook-gelosia-ragazzo-picchiata-ragazzina-2121020922652.shtml


Nessun commento:

Posta un commento

Print