9 aprile 2013

aggiornamento del 4 maggio 2015
Sabato sera in Via Saudino il comandante della stazione dei carabinieri di Dueville, libero dal servizio e in abiti civili, ha tratto in arresto una pregiudicata che, poco prima, aveva scippato la borsa ad una donna 59enne vicentina.
L’arrestata è Nasonio Monica, disoccupata, 46enne, residente a Vicenza, già ben nota alle forze dell’ordine.
Il maresciallo dei carabinieri si è accorto dello scippo in corso mentre si trovava alla guida della propria autovettura, con a bordo moglie e figli, e senza esitazione si è gettato all’inseguimento della donna, riuscendo a bloccarla dopo un breve inseguimento.
La refurtiva è stata immediatamente restituita alla donna derubata, mentre l’arrestata è stata presa in carico dai militari di una gazzella accorsa sul posto.
I carabinieri hanno poi provveduto a trasferire la delinquente nelle camere di sicurezza della centrale di Thiene, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, previsto nella giornata di lunedì.

9 aprile 2013 -Arresto per rapina ieri sera in via del Mercato Nuovo. Colta in flagranza di reato, ad esser condotta nella camera di sicurezza del comando della polizia locale di Contrà Soccorso Soccorsetto, in attesa del giudizio per rito direttissimo che si è tenuto stamattina con la convalida dell'arresto, è stata Monica Nasonio, 43 anni, residente a Vigonza, ma di fatto senza fissa dimora, e pregiudicata per similari reati.
Erano le 20:30 di ieri sera, quando la polizia locale è intervenuta in via del Mercato Nuovo in soccorso di una giovane donna residente nella zona, vittima di un tentativo di scippo nel parcheggio antistante il mercato ortofrutticolo, mentre stava raggiungendo la propria auto all’uscita dal lavoro.
Lo scippo in realtà si è presto trasformato in rapina per la violenza fisica esercitata da Nasonio, che pur di avere il denaro dalla giovane, la minacciava con una siringa. Il peggio comunque è stato evitato grazie all’intervento di alcune persone richiamate dalle urla, che sono riuscite a isolare la Nasonio prima dell'arrivo degli agenti.
La vittima è stata accompagnata al pronto soccorso con una prognosi di 10 giorni. La Nasonio invece è stata trasferita stamattina al carcere di Verona, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare e in attesa del giudizio previsto per il 6 giugno prossimo.


Nessun commento:

Posta un commento

Print