22 aprile 2013

(ANSA) Sette anni di reclusione per concorso omissivo in violenza sessuale.
E' la condanna inflitta dal Tribunale di Milano a una 44enne che, secondo l'accusa, non ha denunciato gli abusi sessuali che sua figlia di 12 anni stava subendo dal suo compagno.
La madre della ragazzina - stando alle indagini del pm di Milano Daniela Cento e dall'aggiunto Pietro Forno - anche dopo aver visto sul cellulare dell'uomo un video che riprendeva le violenze, non avrebbe fatto nulla per impedirle.


Nessun commento:

Posta un commento

Print