2 marzo 2013

Travolge un 19enne, lo riduce in fin di vita e poi scappa facendo perdere le proprie tracce. 
Sono stati i carabinieri della stazione di Villa Literno a trovare la donna - una 38enne, figlia di un vigile urbano del posto - che ha ammesso le proprie colpe. La donna è stata denunciata a piede libero per lesioni gravi colpose, omissione di soccorso e guida senza patente.
Il 19enne, che ha riportato diverse fratture al viso ed un ematoma cerebrale, versa in pericolo di vita ed è ricoverato nella clinica Pineta Grande di Castel Volturno.
I militari dell’Arma intervenuti, hanno ascoltando diversi testimoni e visionato le immagini delle telecamere a circuito chiuso che sono presenti lungo le vie limitrofe a quella dell'incidente. In poche ore sono riusciti a localizzare l’autovettura - una Lancia Y - con cui la donna ha investito il pedone, che era stata nascosta a circa 2 km dal luogo del sinistro ed a risalire così alla responsabile attraverso il proprietario della vettura.


Nessun commento:

Posta un commento

Print