15 marzo 2013

Un anno di reclusione (pena sospesa), 3.100 euro alla parte civile e il danno da quantificare in sede civile. È la sentenza emessa a carico di Gloriana Magistri, 80 anni, di Domodossola, accusata di atti persecutori e aggressione all’avvocato Maria Teresa Sapienza di Domodossola. In pratica, la pena chiesta dal pm, Anna Maria Rossi che ha parlato dell’anziana «come di un soggetto pericoloso». Una tesi sostenuta anche dalla parte civile, avvocato Patrizia Testore, che ha elencato «la capillare azione diffamatoria contro Sapienza». Riferendosi agli articoli di giornale, ai volantini, alle telefonate, a episodi avvenuti nella sede dell’ordine degli avvocati, ma anche davanti al tribunale di Verbania. Una persecuzione durata anni e culminata, nel marzo 2011, con un’aggressione, da parte della pensionata, nei confronti dell’avvocato Sapienza, picchiata nell’atrio del tribunale di Domodossola. L’anziana l’accusava da tempo di non averla assistita nel migliore di modi nelle sue cause penali e civili per una questione di eredità. Sull’aggressione, l’avvocato difensore Enrico Albert ha chiesto fosse derubricato a percosse, mentre ha sostenuto che non si potesse procedere per stalking per fatti avvenuti tra il 2001 ed il 2011 poiché il reato è entrato in vigore nel 2009. 
http://www.lastampa.it/2013/07/19/edizioni/verbania/cronaca/condannata-per-stalking-a-anni-perseguitava-unavvocatessa-ax2HoSPYQDKxXJtj3dVvYP/pagina.html


Nessun commento:

Posta un commento

Print