19 dicembre 2012

NANCY - Sono state lunghe ore di angoscia, una notte e un giorno infiniti, quelle vissute oggi nel reparto maternità dell'ospedale di Nancy, nell'est della Francia, dove un neonato di appena 2 giorni è stato rapito ieri sera da una donna vestita da infermiera. Dopo quasi 24 ore di attesa e di ricerche, il piccolo Lucas è stato ritrovato sano e salvo questa sera.
Secondo i primi elementi che emergono a poco a poco, la finta infermiera è stata arrestata nel suo appartamento di Vandroeuvre, nella periferia di Nancy. Si tratta di una giovane donna, tra i 16 ed i 20 anni, con probabili squilibri mentali. Alcune fonti riferiscono che la ragazza avrebbe telefonato a dei membri della sua famiglia annunciando di aver appena messo al mondo un bambino. Queste parole avrebbero sollevato i sospetti della famiglia e quindi fatto scattare l'allarme. A casa della giovane la polizia ha trovato il piccolo, che è stato portato via in ambulanza.
L'incubo della madre di Lucas, di 23 o 24 anni, è cominciato ieri sera intorno alle 21:30 : la donna vestita da infermiera è entrata nella sua camera d'ospedale e approfittando del fatto che stava dormendo ha rapito il suo bebè. Lo ha messo in una borsa di colore scuro, con la tracolla, e così lo ha portato via.
«C'erano due neo mamme in quel momento in camera. Alla prima, che era sveglia, la donna ha chiesto se poteva prendere il suo bebè per portalo nella stanza dei bambini, ma la madre ha detto di no. Allora la donna ha preso il bimbo dell'altra madre, che stava dormendo», è stato spiegato.


Nessun commento:

Posta un commento