15 novembre 2012

Stefania Bredic, 51 anni, residente a Colloredo di Monte Albano, è stata arrestata sabato dai carabinieri di Tolmezzo con l’accusa di estorsione e circonvenzione d’incapace ai danni di un operaio di 41 anni al quale, secondo l’accusa rappresentata dal sostituto procuratore Alessandra Burra, avrebbe spillato 10mila euro per guarirlo da una negatività che, a suo dire, avrebbe potuto manifestare effetti nefasti su di lui e sui suoi affetti.
La donna è stata arrestata in flagranza sabato mattina nei pressi dell’ospedale, quindi trasferita al carcere di Trieste dove, martedì, si è celebrata l’udienza di convalida.
Tutto è cominciato venerdì scorso, quando l’uomo si è recato dai carabinieri di Tolmezzo per denunciare la presunta guaritrice. Ha raccontato di averla incontrata fra la stazione delle corriere e l’ospedale e metà settembre. Gli avrebbe detto che in lui c’erano alcune negatività che potevano riverberarsi gravemente sulla sua salute, su quella del figlio e della compagna, quindi si sarebbe offerta di guarirlo in cambio di soldi.
Recentemente all’uomo era stato anche diagnosticato un disturbo da problemi di bipolarismo, e ciò aveva aggravato ulteriormente il suo stato di prostrazione.
E così avrebbe cominciato a consegnarle soldi, a colpi di prelievi dal bancomat, concordando pure la consegna di oggetti, come tv e computer, e indebitandosi. Finchè sabato si è presentato all’appuntamento concordato con 200 euro in banconote fotocopiate dai carabinieri, che spiavano la scena a distanza. Ed è scattato l’arresto.


Nessun commento:

Posta un commento

Print