17 ottobre 2012

Offagna: badante ricatta amante sposato, denunciata

Ieri sera alle nove i carabinieri della compagnia di Osimo hanno messo la parola fine a un amore clandestino trasformatosi in una storia di ricatti.
I protagonisti sono una coppia di amanti conosciutisi un mese fa a Senigallia e presto coinvolti in una relazione proibita: lui un 47enne benestante di Offagna, lei una 38enne polacca, di professione badante.
Dopo l’ultimo incontro e rapporto sessuale consenziente avvenuto il 6 ottobre scorso in un albergo di Senigallia, l’uomo decide di troncare la relazione, ma la donna rifiuta ed inizia a minacciare l’amante di rivelare il loro rapporto ai suoi familiari.
La tensione sale fino a ieri, quando la donna polacca invia un sms al suo amante minacciandolo di denunciarlo alla Polizia e farlo arrestare per violenza sessuale se non gli avesse consegnato in serata una prima somma di denaro di trecento euro. Nel messaggio la donna fissava l’orario dell’incontro alle ore 19 a Montignano di Senigallia.
L’uomo, disperato e impaurito, si rivolge così ai carabinieri di Offagna, ai quali racconta la sua storia e mostra il testo del messaggio telefonico ricevuto.
I militari a quel punto fotografano, fotocopiano e segnano i numeri di matrice di sei banconote da 50 euro, invitandolo a raggiungere l’ex amante nell’orario e nel luogo stabilito per fingere di consegnare il denaro richiesto.
Nel luogo indicato, però, ci sono anche gli uomini dell’arma, che appostati in abiti civili, osservano e controllano tutto l’incontro. Non appena la donna ha incassato la somma i militari intervengono subito cogliendola in flagrante, e portandola finalmente in caserma.
La ricattatrice, identificata per NIEDZWIEDZ Malgorzata Katarzyna, nata e residente in Polonia, classe 1974, senza fissa dimora, coniugata, è stata denunciata per estorsione.


Potrebbe interessarti:http://www.anconatoday.it/cronaca/badante-polacca-ricatta-amante-offagna.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/AnconaToday/26925865643888


Nessun commento:

Posta un commento

Print