1 ottobre 2012

Ha difeso la sua merce prima con le buone, poi letteralmente facendo ostacolo con il proprio corpo alla fuga della ladra. Nonostante nella colluttazione abbia avuto la peggio, è arrivato comunque il lieto fine per una cittadina cinese che gestisce un negozio di abbigliamento a ridosso di piazza Ferretto a Mestre.
Le manette sono scattate nei confronti di una 55enne di nazionalità moldava, D.C., senza fissa dimora, che ora dovrà rispondere di rapina impropria.
La ladra domenica pomeriggio è entrata nel negozio e ha tentato di passare oltre la cassa senza pagare. La titolare, una donna minuta ma decisa, sentito l'allarme anti-taccheggio, ha cercato di far desistere la malvivente, provando a convincerla a pagare o restituire la merce; non ottenendo successo, si è opposta fisicamente, cercando di non far uscire la donna, ma avendo la peggio. E' stata infatti colpita e fatta cadere a terra.
Immediata la chiamata ai carabinieri, che tramite una pattuglia hanno rintracciato la ladra, l'hanno fermata e l'hanno portata nella caserma "Piave" di via Miranese, dove è scattato l'arresto.


Nessun commento:

Posta un commento

Print