14 ottobre 2012

Un banale tamponamento tra due auto è costato ad una ragazza di 24 anni, leccese - S.D. le sue iniziali - le denunce per guida senza patente e violenza privata, danneggiamento aggravato, lesioni e minacce. Per non parlare dei verbali di contestazione al codice della strada che la polizia le ha elevato: mancanza di copertura assicurativa, revisione scaduta del mezzo e guida senza patente, con il contestuale sequestro dell’auto.
Tutto è accaduto ieri mattina, in via Adriatica. Qualcuno ha notato le due automobiliste - la giovane poi denunciata ed un’altra donna -coinvolte in una violenta lite, scaturita a seguito del sinistro stradale, e così ha pensato bene di telefonare al 113. Giunti sul posto, gli agenti delle volanti hanno notato i due mezzi coinvolti nel lieve incidente e le due donne, una delle quali - quella che aveva subito il tamponamento da parte della 24enne - che tentava di contattare col suo telefonico le forze dell’ordine.
Ed ecco come sarebbero andati i fatti. Proprio perché la giovane sapeva bene di non avere alcun requisito per mettersi alla guida di un’auto, prima avrebbe tentato di conciliare amichevolmente il sinistro ma, al rifiuto della controparte – la donna avrebbe invece voluto che l’incidente fosse rilevato dalla polizia - avrebbe strappato il cellulare di mano di quest’ultima per poi gettarlo per terra, rompendolo in più pezzi; quindi sarebbe passata a vie di fatto, strattonando la vittima con violenza per immobilizzarla così da impedirle di chiedere aiuto.


Nessun commento:

Posta un commento

Print