1 ottobre 2012

I carabinieri di Atripalda hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, una donna 35enne di origine rumena, ma residente ormai nell'hinterland avellinese, sorpresa ieri davanti all'ingresso della chiesa della Madonna del Carmelo del paese, mentre chiedeva l'elemosina servendosi della piccola figlia di appena 3 anni.
I soldi ricavati dall'accattonaggio, 6,90 euro, sono stati sequestrati. Alla donna è stata comminata una contravvenzione amministrativa di 50,00 euro per aver violato l'ordinanza sindacale che impone il divieto di accattonaggio sul territorio del Comune. In più, sono stati allertati i servizi sociali e l'autorità giudiziaria minorile, per verificare le condizioni di vita della bambina.


Nessun commento:

Posta un commento

Print