16 settembre 2012

Era arrivata a inviare anche un centinaio di sms al giorno. Alcuni dai toni romantici per convincere l’ex fidanzato a rimettersi con lei, altri con minacce nei confronti della nuova fidanzata. Lei non si rassegnava alla fine della loro storia d’amore e dallo scorso mese di maggio aveva messo in atto alcuni atti persecutori nei confronti dell’ex compagno. Un escalation di comportamenti sempre più aggressivi, nell’ultimo mese si era presentata più di una volta sotto l’abitazione dell’ex fidanzato.
Lui da qualche settimana aveva paura, temeva per sé e per la sua fidanzata. Da qui la decisione di presentare una denuncia ai carabinieri di Cornaredo.
I militari erano in attesa della misura restrittiva dei confronti della donna e quando è arrivato il provvedimento hanno arrestato la stalker in flagranza di reato. Manette ai polsi di G.K. georgiana di 47 anni, residente a Viareggio, badante e cameriera.
La donna aveva avuto una storia con un 54enne milanese, impiegato. I due avevano vissuto insieme a Milano, poi la rottura. Lui da qualche mese aveva una nuova fidanzata. Lei invece non sopportava l’idea di quel fidanzamento finito. A maggio aveva iniziato a tormentarlo: prima con messaggini sul cellulare, poi con telefonate.
Conoscendo abitudini e orari si faceva trovare fuori dall’ufficio dove il 54enne lavorava a Milano. Voleva capire le ragioni di quella rottura. Non sopportava di vederlo felice accanto ad un’altra donna. Ad agosto l’uomo si è trasferito a vivere a Cornaredo, forse proprio per allontanare l’ex fidanzata. Ma non è bastato: lei ha scoperto l’indirizzo e nelle ultime settimane, ossessionata, lo ha aspettato sotto casa. 
È qui che è stata fermata dai carabinieri che nel frattempo aveva già raccolto tutte le prove, tabulati telefonici e testimonianze, per incastrare la stalker.


Nessun commento:

Posta un commento

Print