18 agosto 2012

Attimi di terrore in via Concordia a Napoli, vicolo dei Quartieri Spagnoli, dove una donna di 29 anni ha prima lanciato dal balcone la figlioletta di tre anni e poi si è lasciata cadere anche lei in strada. L’intervento provvidenziale dei poliziotti, però, ha evitato il peggio: sia mamma che bimba sono ricoverate in ospedale, ma le loro condizioni non sono gravi.
Secondo quanto ricostruito dai poliziotti del commissariato Montecalvario, F. M. era da sola in casa con la piccola quando è uscita fuori il balcone, ha afferrato per un piede la figlioletta di tre anni e, dopo averla fatta ciondolare, l’ha lanciata nel vuoto. Immediatamente dopo, anche la 29enne si è gettata dal balcone del civico 60. Sia la piccola che la madre sono state salvate dai poliziotti che - allertati da una telefonata alla centrale operativa, secondo la quale una donna minacciava il suicidio - intervenuti sul posto sono riusciti ad afferrare sia la bambina che la madre.
La donna, separata e con vari precedenti di polizia, pare che avesse ricevuto già nei mesi una visita da parte degli assistenti sociali. La sua posizione è attualmente al vaglio degli investigatori che procederanno ad interrogarla nelle prossime ore. Attualmente la donna è ricoverata in stato di shock e sedata presso l’ospedale Vecchio Pellegrini, mentre la figlioletta è presso il nosocomio pediatrico Santobono. La bimba è vigile ed è fuori pericolo.
Fonte: http://qn.quotidiano.net/cronaca/2012/08/17/759601-napoli-donna-balcone-figlia-suicidio-carabinieri.shtml


Nessun commento:

Posta un commento

Print