1 maggio 2012

CLAYTON, STATI UNITI – Una madre di Clayton, Missouri, è stata condannata a due ergastoli per aver violentato la figlia neonata. E’ accaduto in Missouri, dove Tessa Vanvlerah, 22 anni, è stata accusata di aver più volte abusato sessualmente, con un uomo, un professore universitario incontrato su internet, della piccola che all’epoca aveva cinque mesi, e ora ha tre anni.La donna è stata arrestata nel 2010, dopo che il suo partner, Kenneth Kyle, 49 anni, docente alla California State University East Bay di San Francisco, era finito dietro le sbarre con l’accusa di possesso di pornografia infantile. Gli inquirenti avevano trovato nel suo computer centinaia di foto pornografiche con minori.

La difesa ha tentato di far passare la donna come un ‘criminale passivo’, che a causa della sua paura di essere respinta dall’uomo acconsentiva a tutte le richieste di Kyle, persino simulare strangolamenti durante i rapporti sessuali. L’accusa ha invece obiettato dicendo che la Vanvlerah ha iniziato volontariamente su internet la sua relazione con il professore.
Secondo la polizia, inoltre, la donna era in trattativa con un altro uomo per fargli fare sesso con la piccola, anche se alla fine non se ne fece niente. Nel 2008, quando la Vanvlerah aveva 18 anni, è stata accusata da una donna di aver avuto rapporti sessuali con il figlio autistico sedicenne di un’altra donna. Da quella relazione sarebbe rimasta incinta della figlia della quale ha abusato.


Nessun commento:

Posta un commento

Print