13 maggio 2012

Una donna e sua figlia sono su un letto, lei colpisce ripetutamente la piccola che piange disperata; nel filmato si intravede la presenza di un minore che assiste alla scena. Il video è stato girato di nascosto da un’amica diciottenne della madre e risale al maggio del 2011. Fu girato per essere la prova da fornire alla polizia.
Sembra impossibile assistere a 4 minuti di pizzicotti, schiaffi, oggetti lanciati addosso a una bimba di 10 mesi, completamente indifesa e fragile che piange e striscia sul letto, che si avvicina alla madre, allunga la manina ma da questa viene rifiutata e spinta via.
La diciottenne aveva già visto quelle gratuite violenze, sapeva che si sarebbero protratte, quindi si è procurata l’inequivocabile filmato, si è rivolta alla polizia e ha sporto denuncia come testimone oculare degli abusi.
La madre è stata condannata a 18 mesi di carcere. Di lei si sa soltanto che non è sposata e che il giudice deve decidere se riconsegnarle la figlia quando a novembre si apriranno le porte della prigione. Nel frattempo la bimba è stata affidata a una famiglia dove ha potuto sperimentare cure amorevoli, serene, rispettose.
Questa triste storia è stata resa nota da Fatimah Zuraidah Salleh, vice direttore della divisione figli del Dipartimento del benessere sociale della CNN.
fonte


Nessun commento:

Posta un commento