10 maggio 2012

Una minaccia che stava per diventare realtà. Ieri sera, una donna di 43 anni ha litigato con il figlio, con cui condivide la gestione di un bar, ripetendo di voler appiccare un incendio al locale. Più tardi, alla chiusura dell’esercizio, verso le tre di notte, il figlio si è allontanato, lasciando la madre per gli ultimi lavori. È dovuto tornare presto sui propri passi dopo aver ricevuta dalla donna una telefonata, con cui ribadiva la minaccia.
Al suo arrivo ha trovato la madre, con in mano un tovagliolo di carta, a cui aveva dato fuoco, gettandolo poi in terra dove aveva sparso della benzina. Il pronto intervento del figlio, che ha subito spento il principio d’incendio, ha impedito che le fiamme potessero arrivare alla benzina e da lì all’intero locale.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la volante della Questura. Gli agenti hanno denunciato la donna, una quarantatreenne, denunciandola per tentato danneggiamento a seguito d’incendio.


Nessun commento:

Posta un commento

Print