7 aprile 2012

Due agenti del nucleo di polizia giudiziaria della Municipale di Venezia sono riusciti a bloccare, lo scorso giovedì, due giovani donne di origine romena, una di 20 e l'altra di 17 anni, entrambe incinte, dopo che queste avevano messo a segno un borseggio ai danni di una sessantottenne veneziana.
Le due avevano attirato l'attenzione dei vigili in zona Campazzo dei Tolentini, mentre seguivano, con fare sospetto, la signora, in possesso di una borsa-zaino sulle spalle. Dopo un primo tentativo fallito, il borseggio ha avuto luogo al ponte delle Secchere. Le due romene sono state fermate quando, dopo aver prelevato 170 euro, stavano cercando di liberarsi del portafogli.
La ventenne è stata arrestata con l'accusa di furto pluriaggravato (con destrezza), più impiego di minorenne: processata ieri con rito direttissimo, è stata condannata a 10 mesi di reclusione e a 400 euro di multa.
La diciassettenne è stata, invece, collocata in una casa alloggio per minorenni, dalla quale, però, sembra essere già fuggita.


Nessun commento:

Posta un commento

Print