8 aprile 2012

Nel primo pomeriggio di venerdì scorso la parente di un paziente trasportato presso il nosocomio cittadino "Umberto I" si è scagliata contro i medici, rei, a suo dire, di non prestare sufficienti cure al congiunto.
Nè è nato un grande parapiglia in cui sono anche "volate" diverse suppellettili dell'ambulatorio; l'esagitata di 42 anni che se l’è anche presa con i poliziotti intervenuti per sedare la rissa.
Due agenti sono anche stati costretti a ricorrere alle cure degli stessi medici: per entrambi sono state emesse prognosi tra i 5 ed i 7 giorni.
La donna è stata denunciata per lesioni e minacce a pubblico ufficiale.


Nessun commento:

Posta un commento

Print