29 marzo 2012

(Adnkronos) - Nel corso di una operazione congiunta il personale veterinario della Asl di Brindisi e i carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno sequestrato un'area di 450 metri quadrati con annesso trullo, adibiti a canile privato, ubicata nella localita' 'Recupero'.
L'indagine e' partita in seguito alle segnalazioni pervenute per telefono alla caserma dell'Arma da parte di privati cittadini che lamentavano le pessime condizioni igieniche in cui alcuni cani vivevano.
Sul posto i militari hanno trovato una serie di recinti di varie dimensioni dove erano ospitati 11 cani meticci alcuni dei quali in condizioni precarie, con ciotole prive di acqua, altre piene di acqua putrida, terreno sporco di escrementi e rifiuti vari, senza riparo; nel trullo, inoltre, sono stati trovati due cani costretti a vivere al buio e su un pavimento insicuro, con ciotole prive di acqua e circondati da escrementi e rifiuti.
Al termine delle operazioni, la titolare del canile, A. R., 48 anni, e' stata deferita a piede libero per 'detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze'.


Nessun commento:

Posta un commento

Print